venerdì 11 maggio 2018

L'EQUILIBRIO TRA PIACERE E DOVERE MANTIENE IL CORPO SANO





La tendenza a scegliere di sperimentare più piacere o più dovere nella vita, influenza a distanza di tempo la postura del corpo e il suo equilibrio; questo perchè la tendenza a scegliere di sperimentare più piacere o più dovere, genera un magnetismo tendezialmente più o meno proiettato verso la parte a cui diamo importanza;
mentre se si crea una equità nella scelta,
permane uno stato di equilibro tra destra e sisnitra e si manitiene una postura armonica. La parte sinistra è collegata al piacere e al sapersi godere i piaceri della vita: se una persona non da importanza a questo aspetto della sua vita, l'asse invisibile saggittale d'equilibrio che lo rappresenta, si abbassa creando uno scompenso in tutta la stabilità del corpo, che comincerà ad abbassarsi da un lato,anche se solo di un minimo impercettibile, a lungo tempo sarà sufficiente per creare una disarmonia in tutto lo stato generale del corpo. Al contrario se si dà troppa importanza al piacere, l'asse si alzarà in alto creando sempre uno squilibrio, ma di sovraccarico . La parte di destra è collegata invece al dovere, a quello che necessitiamo fare per garantirci la sopravvivenza, e si comporta nello stesso modo della parte di sinistra, se gli dai troppa importnza si alza , se gli manchi di attenzioni si abassa.
Di seguito vi illustrerò quali sono le origini di tali squilibri, le loro conseguenze emotive e fisiche  nella vita. 


PIACERE : PARTE SINISTRA DEL CORPO

Ogni volta che neghi il tuo piacere, crei un rifiuto e ti rendi sordo al richiamo della vita stessa, generando uno squilibrio energetico, questa mancanza di ascolto sottrae forza vitale al tuo sistema bioenergetico, che fa cedere l'equilibrio dell'asse sinisitro verso il basso, sottraendo altura a quella parte del corpo perchè non espressa e non nutrita. Vediamo le fonti di origne, le conseguenze emozionali e fisiche della mancanza di PIACERE :

PRINCIPALI ORIGINI DELLO SCOMPENSO : senso spropositato del dovere, paure in generale, ignorare il proprio istinto, mancanza di fiducia nella vita, poca stima di sé stessi.
PRINCIPALI CONSEGUENZE EMOTIVE : frustrazione, noia, instabilità emotiva, chiusura, visione negativa della vita.
PRINCIPALI CONSEGUENZE FISICHE : pendenza della spalla sinistra verso il basso che crea problemi alle giunture ossee della parte sinistra del corpo: come ginocchio, anca, gomiti, tallone,spalle, la base della spina dorsale e schiena in generale; mal di testa cronico, senso di nausea e alienamento, fiacchezza, apatia, alluce valgo e tutte le malformazioni ossee; perdita di capelli, problemi relativi alla secchezza in generale della pelle, problemi ai denti, disordini alimentari.

Quando invece si dà troppa importanza solo al proprio piacere come unico scopo, si perde di vista la parte di responsabilità e condivisione dell'esistenza , in questo caso l'asse d'equilibrio si alza troppo in alto. Origini e conseguenze del sovraccarico di PIACERE:

PRINCIPALI ORIGINI DEL SOVRACCARICO : mancato amore dei genitori, mancata accettazione della propria esistenza, senso di rifiuto per la vita terrena, trauma provocato da violenze in generale(psicofisiche)
PRINCIPALI CONSEGUENZE EMOTIVE : sfiducia in sé stessi, crisi d'identità, esaltazione, dipendenza, impulsività incontrollata, suscettibilità, aggressività, egocentrismo, bipolarismo,superficialità.
PRINCIPALI CONSEGUENZE FISICHE : spalla sinistra in leggero rialzo e contratture muscolari, asma e problemi alle vie respiratorie in generale, iperattività,insonnia, incapacità organizzativa, disordini alimentari,abbassamento delle difese immunitarie.


DOVERE : PARTE DESTRA DEL CORPO

Per dovere  non mi riferisco all'obbligo dettato da una concezione mentale. L'idea del dovere, dettato da un'obbligo mentale è ormai antica e disfunzionale, poiché appartiene a quella fase dell'evoluzione dove la persona si sentiva costantemente minacciata dal mondo esterno, e non avendo la conoscenza dell'Anima, si intrappolava in un senso del dovere mentale, pensando fosse l'unico modo che potesse garantire sia la soppravvivenza che una continuità nella vita quotidiana. Ma ora, grazie all'apertura della consapevolezza, sappiamo che la parte destra del corpo è caratterizzata si dal dovere, ma in senso illustrativo, come una traccia da seguire per esteriozzare sé stessi, e proiettare al meglio i propri desideri attraverso le azioni. Anche in questo caso qualsiasi visione distorta ne altera il risultato; vediamone le origini e conseguenze  del senso di mancanza del DOVERE : 

PRINCIPALI ORIGINI DELLO SCOMPENSO : mancato amore dai genitori, crisi di identità, noia, rifiuto di appartenenza famigliare o sociale, mancato amore per la vita e per sé stessi.
PRINCIPALI CONSEGUENZE EMOTIVE : instabilità emotiva in generale, senso di solitudine, introversione, superficialità, evasione dalla realtà, ansia, eurforia
PRINCIPALI CONSEGUENZE FISICHE : pendenza della spalla destra verso il basso che crea problemi alle giunture ossee della parte destra del corpo come : ginocchio, anca, gomiti, tallone,spalle, la base della spina dorsale e schiena in generale, mal di testa cronico, senso di nausea e alienamento, fiacchezza, apatia, alluce valgo e tutte le malformazioni ossee, problematiche collegate all'instabilità mentale in generale, problemi alla gola e alla tiroide.

Quando il senso del dovere viene distorto dalle eccessive paure,si ingrandisce a dismisura, prendendo il comando nella vita attraverso la mente, che porta tutto il sistema ad un sovvraccarico energetico e ad una continua tensione interna. Ecco cosa comporta uno smisurato senso del DOVERE :

PRINCIPALI ORIGINI DEL SOVRACCARICO : mancato amore dei genitori, sfiducia in sé stessi, sfiducia nella vita, confusione sprituale, rigidità e chiusura mentale, paure in generale .
PRINCIPALI CONSEGUENZE EMOTIVE :claustrofobia, attacchi di panico, insensibilità emozionale, rabbia, odio, noia.
PRINCIPALI CONSEGUENZE FISICHE : spalla destra in leggero rialzo, rigidità muscolare in generale spalle e schiena, problemi cardiaci, problemi motori, vertigini, mal di testa occasionale, dolori cervicali cronici, cefalea,problemi di circolazione, problemi linfatici, perdita di capelli, squilibri alimentari.

Tenete presente che alcune conseguenze ed origini si ripeto e sono le stesse sia nella parte sinistra che destra, perchè ogni persona reagisce in modo differrente agli stimoli della vita; una persona potrebbe rispondere dando valore e usando più il senso del dovere, o seguendo più il senso del piacere, in base alla sua personalità e al grado in cui gli riesce a concepire la vita. Spero che questo approfondimento e questa diversa visione vi possano rendere più consapevoli del legame che si instaura tra le emozioni e lo stato di salute del vostro corpo , ma sopprattutto del vostro grado di responsabilità in tutto questo.

Nawal Kaoujaj





Nessun commento:

Posta un commento