venerdì 14 settembre 2018

RISANA LE TUE FERITE EMOTIVE



Fino a quando continuerai a trattenere dentro di te ferite alle quali non sei riuscito a dare la giusta attenzione e non hai saputo rilasciare, perchè molto probabilmente non eri in grado psicologicamente di farlo nel momento in cui si sono create, non potrai realizzarti completamente ed essere davvero libero di vivere come desideri la tua vita,
perchè vivranno dentro di te sottraendoti energia e prendendo il comando d'ogni tua azione appena abbasserai la guardia per rilassarti. Questo succede continuamente nella nostra vita e nella società, noi tutti sappiamo quanto sia disfunzionale arrabbiarci più del dovuto in situazioni che quando sono riesaminate in un secondo momento a mente lucida il più delle volte ci fanno capire quanto sia stata esagerata la nostra reazione in confronto al reale motivo e ci chiediamo perchè lo abbiamo fatto? Altre volte invece non ci chiediamo nulla continuando così ad essere bloccati in quelle sensazioni negative e cercando di non affrontare la nostra responsabilità incolpiamo la persona più vicina a noi condannandola per i suoi gesti. Ma cosa scaturisce dentro di noi realmente quando una derminata persona risveglia in una forma così amplificata proprio quelle emozioni che ci disturbano, distorgendo poi il filtro con il quale proiettiamo la nostra realtà, a volte ne veniamo così trascinati che perdiamo persino il controllo di noi stessi.
Come tutti anche io mi sono vissuta questi processi di sofferenza, veramente ho desiderato non doverli per forza affrontare finchè non capì in cosa mi stavano cercando di aiutare, realmente quello che succedeva era che dovevo in qualsiasi modo esprimere portando fuori tutti i sentimenti di bassa frequenza come l'odio, la rabbia, la frustrazione ecc.. poichè se non avessero trovato un modo per essere sfogati (quindi mi attraevo di conseguenza le persone e le situazioni per questo scopo) restando bloccati all'interno mi avrebbero fatto ammalare sicuramente. Nel momento in cui mi arrabbiavo con qualcuno o mi rattristavo per una situazione materializzavo esattamente come uno specchio quello che non riuscivo a riconoscere dentro di me come un frammento da integrare e di cui prendere coscienza, anche se al principio incolpavo chiunque avesse con me una relazione e si trovasse nella mia vita per interpretare un ruolo da me scritto inconsciamente, poi mi sono voluta risvegliare a questa verità capendo che in realtà avrei dovuto ringraziarli per il loro prezioso aiuto. Nel momento in cui ho realizzato e compreso a fondo con l'esperienza questa importante rivelazione del “meccanismo specchio”, è stato sempre più facile liberarmi di tutte quelle emozioni bloccate accettandole come parte grezza di me stessa da raffinare e trasmutare con Amore.
Nel tempo ho affinato e provato sulla mia persona una tecnica che condivido qui di seguito e che se applicata interamente in tutti i suoi passaggi dovrebbe darti la possibilità di liberarti dal peso delle ferite e ripulire il tuo Karma. La tecnica prevede diversi passaggi di consapevolizzazione ed una meditazione guidata da te.

PASSAGGIO 1
TOGLI LA RESPONSILITA D'OGNI TUA EMOZIONE ED AZIONE DAGLI ALTRI : per quanto ti sembri una sciocchezza e non ne riesci a cogliere il senso gli altri non sono il vero problema! Potrebbe essere che non si comportino bene e che siano delle pessime persone, ma questo può nuocere solo a loro, se tu fossi in uno stato di totale allineamento con te stesso i loro atteggiamenti non potrebbero toccarti in nessun modo, se ti disturbano e hanno la possibilità di interagire negativamente con te è perchè vengono richiamati a farlo da un comando del tuo inconscio per ricreare il tuo riflesso attraverso l'energia dell'alltra persona.

PASSAGGIO 2
NON PUOI AGIRE NEL MOMENTO IN CUI SEI FUORI CONTROLLO MA QUANDO TUTTO FINISCE E TI SENTI AL SICURO EMOTIVAMENTE FAI UN'ANALISI DELLA SITUAZIONE: ripercorrere mentalemente ogni parola, analizzare come esattamente ti sei sentito e in che modo si è evoluta la situazione ti aiuta a conoscere te stesso e a sapere cosa realmente si è creato dentro di te, individua i gesti che ti hanno dato più fastidio dell'altro e quale emozione ha fatto riemergere maggiormente, in modo che tu possa riconoscerla e portarla ad un esame cosciente.

3 USARE LA TECNICA RIPORTATA QUI DI SEGUITO PER RICONOSCERE L'ORIGINE DELL'EMOZIONE REPRESSA E SCIOGLIERNE GLI EFFETTI DEFINITIVAMENTE: quando hai preso coscienza ed isolato l'emozione negativa che si crea attraverso una certa persona o situazione, puoi usarla per fare una meditazione guidata verso la tua Akasha; in un momento di solitune e silenzio immergiti dentro te stesso e chiedi al tuo Spirito di assisterti in questa trasformazione ora ricordati attraverso la memoria l'ultimo episodio accaduto nel quale hai provato quell'emozione indesiderata e chiedi che ti sia fatto ritornare mentalmente alle prime volte in cui si creò tale blocco emotivo, poi aspetta che ti vengano mostrate un poco alla volta tutte le prime situazioni che ti crearono quel determinato sentimento. Quando avrai davanti la situazione e riconosci un'emozione da liberare, cerca di entrare dentro il te stesso di allora per rivivere di nuovo quell'evento e per accettare quello che stava accadendo come un'opportunità di risveglio, accettati e perdonarti per come hai reagito, per non aver saputo fare di meglio, perdona e libera da quel ruolo rimasto bloccato nella tua memoria anche le persone coinvolte perchè anche loro non erano in grado di fare di meglio, ed hanno interpretato quel ruolo per darti l'opportunità di diventare consapevole delle tue potenzialità; questo passaggio è importante ricorda che senza un commovente perdono vissuto con sincerità nell'amore (devi sentire l'emozione liberatoria) non può esserci un effettivo rilascio, ed è proprio per questo che i passaggi 1 e 2 sono molto importanti da integrare prima di usare questa tecnica, solo se saprai andare oltre a qualsiasi illusione troverai la verità di te stesso, troverai la libertà.

Nessun commento:

Posta un commento